TWITTER |  Seguici su FACEBOOK  | Google + | Agenda  | YOUTUBE  | Contatti

  Data di pubblicazione: 07 dicembre 2010  
 

Diamo qualità al lavoro di forza
Quando si parla di forza, nella stragrande maggioranza dei casi si associa questo concetto al lavoro in palestra, con le macchine e/o con dei sovraccarichi (bilanceri, manubri ecc) o al lavoro pliometrico sul campo (balzi, ricadute, gradoni ecc). Premesso che questi lavori sono sicuramente efficaci dal punto di vista quantitativo, si deve capire fino a che punto tale lavoro è anche qualitativo: se andiamo ad analizzare un gesto calcistico, sia esso a secco o con palla, in nessuno dei casi ci si avvicina ai tipi di lavori nominati precedentemente.
Ciò significa che biomeccanicamente e in maniera specifica non si va ad intervenire sulla qualità del gesto e ciò che essa comporta

 
  L'Autore: Alessandro GELMI - Preparatore Atletico Professionista
 

Correlazioni

 

 

    Canale Preparazione Fisica
  Altri articoli dell'Autore

Alleniamo.com |  Aggregatore di contenuti per Allenatori di Calcio   - Condizioni di utilizzo - Tutti i diritti sono riservati | Sito ottimizzato per  Mozilla Firefox 3.5 e sup.

Aggregatore di Contenuti per Allenatori di Calcio